Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

PCpercaso.com :: Il momento giusto per una migrazioneIn precedenti articoli avevamo visto cosa significa effettivamente migrare un sito in joomla e cosa vale la pena migrare del vecchio sito. Avevamo visto con quali strumenti recuperare le informazioni che ci interessano. Ora dovresti essere pronto a completare la tua migrazione e quindi non ti resta che scegliere il momento migliore.

 

 

Se hai capito che indipendentemente dal tipo di migrazione che stai facendo, sia un semplice restyling o un cambio di dominio, tutte le migrazioni obbligheranno il motore di ricerca ad effettuare una rivalutazione del tuo sito, avrai capito che questo sarà “sotto controllo” per diverso tempo.

Roma non è nata in un giorno e neanche la tua migrazione potrà essere fatta in poco tempo. il suggerimento è quello di immaginare quattro fasi precise:

  • Preparazione
  • Swicth
  • Verifiche funzionali
  • Verifiche di mantenimento

Prendiamo ad esempio la migrazione di un sito e-commerce con circa 1000 prodotti, da una vecchia versione di Joomla 1.5 alla versione 2.5. La migrazione comprenderà anche un restyling e un cambio di categorie.

La preparazione in parte l’abbiamo già vista, è la fase in cui andremo a verificare tutte le URL che dobbiamo portarci dietro e in parte la vedremo rimettendo insieme il vecchio e il nuovo. La fase di recupero informazioni per un sito e-commerce può portare via diverse settimane, altrettante ne può portare via il lavoro di mappatura (riallineamento tra il nuovo e il vecchio), e la creazione delle nuove pagine/URL.

Lo swicth è paradosssalmente l’operazione più semplice. Considerando che avrai predisposto il nuovo sito al passaggio non ti resta che decidere quale fine settimana vorrai dedicare a questo passaggio, in questa fase la tempestività d’intervento è fondamentale.

La settimana che segue sarà invece dedicata a tutte quelle verifiche funzionali, che logicamente non riguarderanno i soli rischi SEO della migrazione ma fisiologicamente le funzionalità dell’intero nuovo sito. Anche qui non potrai star troppo a ragionare e gli interventi dovranno essere veloci e risolutivi.

In ultimo dovrai fare le verifiche di mantenimento, continuando a controllare e correggendo eventuali problemi. Questa fase è medio lunga, circa tre mesi, i rischi scemeranno molto con il passare del tempo, per quanto l’attenzione non dovrebbe mai calare anche nei mesi successivi.
Tutta l’operazione di migrazione potrebbe quindi portare via diversi mesi e a questo punto non puoi fare a meno di ragionare anche sul periodo dell’anno migliore per affrontare la cosa.



 

Leggi l'articolo completo di Maurizio Palermo su: Joomla.it Sito di supporto Italiano

 


{jcomments off}