Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Indice degli argomenti

VeraCrypt è una applicazione per la creazione e la gestione di volumi (dischi fissi e partizioni) e dispositivi di archiviazione crittografati al-volo. Nato  come fork del famoso TrueCrypt, il cui progetto è stato terminato nel 2014, VeraCrypt risolve i problemi di sicurezza riscontrati in TrueCrypt, mantiene la compatibilità dei volumi del progetto originario e aggiunge importanti caratteristiche di sicurezza alla crittazione dei volumi.

2. Creare un nuovo volume VeraCrypt

Completati i rapidi passi dell'installazione, avviamo VeraCrypt e creiamo subito un nuovo volume criptato che successivamente potremo "montare" nel sistema ed utilizzarlo per salvare i nostri file riservati.

Avviamo la procedura guidata di creazione di un nuovo volume VeraCrypt dal pulsante Crea Volume... oppure dal menù Volumi > Crea nuovo volume... :

  1. Nel primo step della procedura guidata VeraCrypt selezioniamo uno tra i tre tipi di volumi cifrati che VeraCrypt è in grado di gestire: un file contenitore criptato che, una volta montato, sarà visto dal sistema come un normale volume; la codifica di una intera partizione o disco non di sistema che potrebbe essere una seconda partizione del disco fisso diversa da quella contenente Windows oppure un disco esterno o un flash drive USB; codifica della partizione o del disco nel quale è installato Windows. In questo esempio, selezioniamo la prima opzione predefinita: 'Crea un file contenitore criptato'.
    PCpercaso.com :: VeraCrypt: Creare un nuovo volume criptato
    VeraCrypt - Creare un nuovo volume criptato.
    (clicca per ingrandire)
  2. PCpercaso.com :: VeraCrypt: Nuovo volume criptato standard
    VeraCrypt - Nuovo volume criptato standard.
    (clicca per ingrandire)

    La seconda fase riguarda la scelta del tipo di volume. Una importante caratteristica di VeraCrypt è quella di poter creare non soltanto un volume cifrato standard ma anche un volume nascosto all'interno di un contenitore standard. Questa seconda tipologia di volume consentirà, ovviamente, una maggiore sicurezza delle informazioni riservate poichè il volume nascosto rimarrà tale anche se dovesse venire estorta la password che apre il volume principale che lo contiene. In questo nostro esempio creiamo un volume cifrato standard quindi selezioniamo selezionare il Tipo di Volume VeraCrypt standard.

  3. Nella scheda 'Percorso del Volume' clicchiamo sul pulsante "Seleziona file..." per specificare il percorso ed il nome del file che conterrà Volume codificato TrueCrypt.
    ATTENZIONE: in questa fase bisogna specificare un NUOVO file! VeraCrypt non codifica i file esistenti ma crea un disco (volume) virtuale cifrato che, una volta montato nel sistema (con l'inserimento della password), può essere utilizzato come un normale disco; pertanto, NON selezionare file esistenti perchè saranno irrimediabilmente cancellati e sostituiti con il nuovo volume VeraCrypt vuoto;
  4. Scegliamo l'algoritmo di codifica tra quelli disponibili: AES, Serpent, Twofish, AES(Twofish), Serpent(Twofish(AES)), etc.; ogni algoritmo selezionabile è accompagnato da una sintetica descrizione che consentirà ai più esperti la scelta dell'algoritmo più adatto alle esigenze; dal pulsante "Comportamento" sarà possibile valutare le prestazioni degli algortitmi in termi di velocità di codicica.
  5. Impostiamo la dimensione desiderata del disco virtuale: l'unità di misura predefinita è in megabyte ma possiamo specificare la dimensione anche in kilobyte o gigabyte.
  6. Assegnamo la password del volume: una buona password dovrebbe essere di almeno 20 caratteri e formata da una combinazione di lettere maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali.
  7. Infine, non resta che formattare il volume: selezioniamo il file system desiderato (il tipo predefinito è FAT) e prima di pigiare sul pulsante Formatta, muoviamo a lungo e in maniera casuale il mouse, fino a far diventare verde la barra di scorrimento dei movimenti casuali, in modo da aumentare l'entropia delle chiavi di codifica.

Montare i volumi cifrati

Completata la creazione del volume cifrato, per il suo utilizzo occorrerà montarlo nel sistema in modo che venga gestito come un normale disco.

  1. L'interfaccia principale di VeraCrypt mostra l'elenco delle lettere di volume disponibili; selezioniamo la lettera - o il numero di Slot nel caso di Linux -  che desideriamo assegnare al volume cifrato;
  2. clicchiamo sul pulsante "Seleziona File..." e selezioniamo il file contenitore del volume codificato precedentemente creato;
  3. pigiamo sul pulsane "Monta" ed inseriamo, nella finestra di dialogo, la password del volume; click su Ok per montare il volume; se siamo in Linux sarà necessario inserire anche la password per i privilegi di amministratore. 
VeraCrypt - Montare il volume criptato.
VeraCrypt - Montare il volume criptato.
(clicca per ingrandire)

Al fine di rendere più rapide le operazioni di montaggio, VeraCrypt consente di definire una Lista dei Volumi Preferiti in modo da evitare di dover selezionare di volta in volta i file contenitori dei volumi.

Dopo aver correttamente montato un volume, per aggiungerlo alla lista:
in Windows:

  • selezionare dal menu Preferiti la prima voce Aggiungi il volume montato ai preferiti...
  • per montare tutti i volumi preferiti:  menu Preferiti > Monta i volumi preferiti.

in Linux:

  • selezionare la voce del menu Favorites > Add Selected Volume...
  • per montare tutti i volumi preferiti: menu Favorites > Mount All Favorite Volumes.

VeraCrypt è corredato di una completa Guida dell'utente (User's Guide) in formato PDF alla quale si accede dal menu Guida (menu Help in Linux); purtroppo la guida è il lingua inglese ma, a chi ne mastica un pò, suggerisco di leggerla per scoprire le innumerevoli funzioni di questo ottimo quanto indispensabile software di cifratura.

 Download VeraCryptDowload VeraCrypt

VeraCrypt
Categoria Sicurezza / Utility
Website VeraCrypt
Sviluppatori VeraCrypt - People
Licenza Free software - Apache License 2.0
S.O. MS Windows, Mac OS X, Linux

Articoli correlati